Con PluriCampus Plurimedia fornisce una piattaforma che si pone l’obiettivo di andare oltre gli LMS (Learning Management Systems) di vecchia generazione integrando funzionalità tipiche dell’erogazione del momento didattico con tecnologie web e cloud native, per loro natura molto finalizzate alla comunicazione.

In PluriCampus confluiscono tecnologie per la formazione sincrona e asincrona: possiamo visualizzare un video di un corso online (contenuti tipicamente asincroni) e al tempo stesso partecipare a un seminario live (didattica in presenza, dunque sincrono).

PluriCampus consente la gestione di un database documentale collegato ai contenuti del singolo corso. Il docente può caricare e mettere a disposizione dei propri studenti un numero infinito di documenti senza doversi preoccupare delle dimensioni o del formato.

Ogni docente, per ogni corso, può creare dei questionari. Ogni corso, infatti, può contenere uno o più questionari, i quali possono essere marcati come propedeutici per poter passare allo step successivo. Ad esempio PluriCampus può presentare un primo modulo di un corso composto da tre video, 10 documenti pdf e un questionario. Solo all’avvenuto superamento del questionario la piattaforma rende accessibile il secondo modulo del corso con i relativi contenuti e così via.

Un problema evidente delle tecnologie LMS basate su architetture “precedenti” è la netta distinzione tra le componenti per la gestione della formazione e le tecnologie utili per promuovere commercialmente l’offerta formativa alla potenziale clientela.
Con PluriCampus questa suddivisione non esiste. PluriCampus è una piattaforma cloud unica dove si gestisce l’erogazione del momento formativo e, al tempo stesso, ci si prende cura di comunicarlo al mondo esterno attraverso un sito web dedicato.

Per il prossimo futuro è già prevista l’integrazione con la transazione economica della didattica usando un'unica piattaforma.

Come già evidenziato, una caratteristica qualificante e innovativa di PluriCampus è l’erogazione in sincrono del momento formativo. Queste funzionalità, insite in PluriCampus, derivano dall’integrazione via API di strumenti di web conference moderni, quali Microsoft Teams o che Zoom.

PluriCampus, come tutte le soluzioni Plurimedia, si basa sull’architettura PluriTank e fa uso del cloud IBM in termini di IaaS cloud e Openshift in termini di PaaS cloud.

Queste tecnologie abilitanti consentono a PluriCampus di garantire una resilienza particolare. In quanto cloud native web app, inoltre, è per sua natura altamente scalabile ed adattabile, sia da un punto di vista funzionale, sia di performance.

Contattaci per una demo senza impegno.

Potrebbe interessarti anche: